L’ortodonzia intercettiva digitale rientra nell’ambito delle terapie ortodontiche riguardanti i pazienti in età pediatrica. Ha lo scopo di migliorare o risolvere completamente le malocclusioni nella fase di sviluppo dell’arcata dentaria. Prevede trattamenti da intraprendere in età precoce finalizzati a eliminare i fattori responsabili di tali malocclusioni quando il bambino ha ancora i denti da latte.

Le tecnologie moderne ci consentono di effettuare una diagnosi precisa e un piano terapeutico mirato e di garantire un comfort maggiore ai nostri pazienti. L’uso combinato dello scanner intraorale, della TAC Cone Beam, di tecnologie di laboratorio come il laser melting e la stampa 3D e di tecnopolimeri, ci permettono di offrire la massima efficienza.

INDICE

L’EVOLUZIONE DELLE TERAPIE DENTALI GRAZIE ALL’ORTODONZIA INTERCETTIVA DIGITALE

L’utilizzo di nuovi materiali e tecnologie in ortodonzia, ha portato alla trasformazione del flusso di lavoro dall’analogico al digitale. Fermo restando la validità dei principi biologici e terapeutici tradizionali, si usufruisce di una maggiore rapidità ed efficacia di intervento in ambito ortodontico tramite l’uso di scanner intraorale, tecnopolimeri e nuovi mezzi di produzione.

I nuovi metodi di lavorazione ai quali facciamo riferimento sono il risultato dello sviluppo delle tecnologie CAD/CAM. Oggi si parla di tecnologie CAD/CAT (computer aided technofacturing) poiché coinvolgono device ortodontici prodotti tramite tecnofattura.

PRINCIPALI VANTAGGI DELL’ORTODONZIA INTERCETTIVA DIGITALE

Alcune anomalie degli elementi dentali e malformazioni delle ossa mascellari vanno corrette con l’apparecchio mobile e con l’apparecchio fisso. L’Ortodonzia 4.0 ci consente di:

  • aumentare il comfort dei pazienti in età pediatrica, infatti tramite l’uso di scanner intraorali si elimina il riflesso faringeo che causa grande stress ai bambini;
  • realizzare device customizzati che permettono di andare incontro alle singole esigenze;
  • sostituire le leghe metalliche dell’ortodonzia tradizionale con materiali metal-free che rispondono alle necessità biomeccaniche e meccaniche dell’ortodontista. L’utilizzo di tecnopolimeri permette di trattare pazienti special needs che hanno necessità di sottoporsi periodicamente a esami strumentali.

GLI STRUMENTI E GLI STEP DELL’ORTODONZIA INTERCETTIVA DIGITALE

Il flusso di lavoro nel reparto ortodontico del nostro studio dentistico di Milano si è evoluto notevolmente con il passaggio dalla fase analogica a quella full digital 4.0. Tra gli step e gli strumenti che ci consentono di garantire a ciascun paziente la terapia migliore, ricordiamo:

  • esame obiettivo;
  • ortopantomografia;
  • esami radiologici;
  • scansione digitale delle arcate;
  • acquisizione dei modelli digitali con scanner intraorale;
  • rilevamento delle impronte con polivinilsilossano per produrre un espansore del palato;
  • produzione di espansore lento del palato con laser sinterizzazione e cementato, da riattivare periodicamente;
  • espansione rapida del mascellare;
  • rilevazione nuove impronte con polivinilsilossano per creare una barra palatale;
  • esecuzione prova bande;
  • realizzazione nuovi modelli virtuali con i quali si ottiene una barra di Nance individualizzata in Trilor. Si tratta di una resina rinforzata con fibre, molto leggera e di giusta rigidità. Si può utilizzare al posto del metallo per la fabbricazione di numerosi dispositivi ortodontici;
  • protocollo di estrazioni.

L’ORTODONZIA INTERCETTIVA DIGITALE NELLA CORREZIONE DEI CANINI INCLUSI

Una problematica particolarmente delicata da affrontare è la terapia intercettiva dei canini inclusi. Il trattamento di tale patologia richiede un’accurata fase di diagnosi e una programmazione terapeutica meticolosa. La terapia intercettiva dei canini a rischio di inclusione ha lo scopo di facilitare la regolare eruzione dei denti e di agevolare una seconda fase terapeutica più rapida. Anche in questo caso, viene data particolare importanza al comfort dell’operatore e del paziente.